Eco shopping: guida allo shopping sostenibile!

eco1

Tempo di saldi e di shopping sfrenato?

In questi giorni sembra che non ci sia altro e che la sindrome dello shopping compulsivo da saldo abbia colpito un po’ tutti. Sollecitati dai prezzi stracciati impressi a caratteri cubitali sulle vetrine dei negozi più alla moda e con la convinzione di fare l’affare del secolo, non si fa altro che comprare.

Vi siete mai domandati che impatto ambientale può avere la t-shirt a 2€ che distrattamente avete lanciato nel carrello? Restereste sorpresi dalla risposta!

É ora di cambiare e di iniziare a fare qualcosa di concreto per la salvaguardia del nostro pianeta partendo proprio dallo shopping, anzi dall’eco shopping! 

L’eco shopping è un insieme di buone pratiche per riuscire a conciliare etica ed estetica, rifarsi il guardaroba ed essere alla moda in modo più critico e intelligente. Se applicato con costanza può trasformare la nostra qualità della vita, non solo il nostro modo di fare acquisti. 

ECO SHOPPING LIST

Come? Per iniziare, vi proponiamo una breve guida pratica allo shopping sostenibile, per cominciare a fare le scelte giuste imparando a risparmiare risorse naturali e perché no, economiche.

Vi accorgerete che il primo risultato di chi consuma in modo più critico, e quindi di chi inizia a vivere in modo ecologico ed eco compatibile, è dimezzare (o quasi) gli acquisti perché chi compra in modo attento sa esattamente di cosa ha bisogno e che esistono più modi per ottenerlo, diversi dall’acquisto tradizionale.

SWAP, ovvero scambio, baratto. Vero e proprio fenomeno sociale, lo “swapping” sta trovando ampia diffusione nelle case degli italiani, giovani e meno giovani. Depop, ad esempio, è una nuova applicazione che permette di vendere e comprare quello che si vuole direttamente dal proprio smartphone. Una via di mezzo tra Instagram e eBay, in cui basta creare un profilo e caricare una foto per avere il proprio piccolo e-commerce di oggetti usati. 

RIUSO E RICICLO CREATIVO, perché non c’è bisogno di rifare completamente il guardaroba ogni nuova stagione, a volte basta solo un po’ di creatività e fantasia per trasformare una vecchia T-shirt bianca un po’ sformata in un top all’ultima moda. Lo dimostrano i 5 milioni di frequentatori di Etsy, che sono riusciti addirittura a trasformare la propria abilità in un business di successo.

 

be cool be eco

RIPARA E RINNOVA i capi che possiedi. Gettare via una camicia solo perché i suoi bottoni sono un po’ fuori moda o quei jeans con la lampo rotta è davvero necessario? Le mercerie e un rammendo di qualità sapranno offrirti tutto ciò che ti occorre per rinnovare i tuoi capi. Prenditi cura quindi dei tuoi abiti e prediligi i classici o gli indumenti basici: un tubino nero è per sempre e giocando con i giusti accessori potrai renderlo sempre attuale. La fretta e l’euforia da saldo sono cattive consigliere e inducono a fare acquisti inutili destinati a restare sul fondo dei nostri cassetti, quindi se proprio non resisti alla tentazione di acquistare…

VALUTA LA QUALITA’ e pensa a lungo termine. Prima di lanciarti in acquisti sfrenati, può esserti utile fare una lista di ciò che ti occorre, dando priorità all’acquisto di abiti destinati a durare più di una stagione. E anche se sono saldi estivi, si può già iniziare a pensare all’inverno. Scegli capi di buona fattura prodotti con materiali certificati e sicuri. Piuttosto che acquistare dozzine di scarpe a buon mercato che rischiano di lasciarci a piedi (nudi) sul più bello, osserva la provenienza e impara a conoscere e riconoscere i materiali. Pertanto

logo orange

LEGGI L’ETICHETTA con attenzione! Questa deve descrivere la composizione, il luogo di confezionamento di un capo e le indicazioni di lavaggio. Ricorda che acquistare Made in Italy  significa sostenere e premiare le aziende che scelgono di lavorare in Italia e contribuire alla tutela del marchio. A tal proposito

EVITA LA CONTRAFFAZIONE, e se non puoi permetterti l’originale puoi optare per capi di seconda mano. Private Griffe, ad esempio, è una piattaforma online che consente di vendere e acquistare capi d’abbigliamento e accessori di lusso a piccoli prezzi. Un’alternativa alla firma a tutti i costi, è puntare sulla creatività dei piccoli artigiani che lavorano nel tuo territorio: il designer del futuro potrebbe essere proprio lì accanto a te. 

Ogni decisione d’acquisto prevede scelte morali: noi scegliamo la sostenibilità, e voi?

Siete disposti a portare ancora un po’ di pazienza in attesa di indossare una t-shirt in tessuto Orange Fiber?

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(http://www.orangefiber.it/wp-content/uploads/2017/04/4.png);background-size: cover;background-position: center center;background-attachment: scroll;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 620px;}