NEW SUSTAINABLE FASHION

cover blog MFI

Il corso per i nuovi professionisti della moda sostenibile.

Definire nuovi modelli di business improntati alla circular economy, integrare tecnologie e prodotti all’avanguardia, monitorare e migliorare i  processi produttivi e promuovere innovazioni responsabili che coniughino etica ed estetica sono alcuni degli obiettivi del corso New Sustainable Fashion che si propone di formare i professionisti che trasformeranno dall’interno il settore moda – per renderlo sempre più sostenibile.

20643823_10213960936122074_885512973_n

La moda e la sua filiera produttiva sono la seconda industria più inquinante al mondo dopo quella del petrolio. Ripensare il settore e aumentare la consapevolezza dei consumatori circa gli impatti sociali e ambientali delle loro scelte è indispensabile. Ecco perché sono sempre più numerose le aziende della moda e del lusso che ripensano le loro strategie mettendo la sostenibilità tra gli asset fondamentali della loro crescita futura.

20667990_10213960945202301_356310734_n

Siamo di fronte ad un radicale cambiamento di paradigma. Numerose ricerche ci confermano che i Millennials sono molto più interessati alla sostenibilità ambientale e sociale rispetto alle generazioni precedenti: questo nuovo atteggiamento si ripercuote sulle loro decisioni, siano essi semplici consumatori oppure specialisti del settore moda come designers, managers o imprenditori. È fondamentale quindi sviluppare nuove competenze”.

A dirlo è la Prof. Francesca Romana Rinaldi, docente dell’Università Bocconi, direttore del Master in Brand & Business Management al Milano Fashion Institute e dello short course “New Sustainable Fashion – Crafting innovative business models through sustainability”, il corso intensivo lanciato dal Milano Fashion Institute – consorzio interuniversitario per l’alta formazione nel campo della moda fondato da Università Bocconi, Cattolica e Politecnico per creare un polo formativo multidisciplinare di eccellenza e internazionale – allo scopo di preparare laureati e laureandi, giovani manager, professionisti e imprenditori ad affrontare la complessità di responsabilità nel settore della moda, fornendo strumenti concreti e la condivisione di stimolanti pratiche di business.

20668653_10213960936842092_1849515567_n

80 ore di lezione suddivise in 3 settimane (7-27 luglio 2017) durante le quali la nostra Enrica Arena, Co-Founder e responsabile marketing, comunicazione, commerciale e fundraising di Orange Fiber si è dedicata ad approfondire le best practices nella sostenibilità per la moda.

Scopri di più sul nostro team e la nostra vision

Economia circolare, riuso e riciclo, prosumer-creation, crowdfunding, wearable-technologies, online-offline integration, transmedia-storytelling, B-corporations e open-innovation sono solo alcuni dei temi affrontati durante il corso.

20668629_10213960946282328_2016381718_n

Attraverso un percorso didattico composto da lezioni in aula, case study, visite aziendali e incontri con manager e altri rappresentanti del mondo imprenditoriale, project work e sessioni di orientamento professionale, Enrica ha approfondito i temi legati alla creazione e alla gestione di piani strategici volti all’implementazione della sostenibilità nella catena del valore delle aziende moda-lusso, fondamentali per lo sviluppo e l’affermazione di Orange Fiber come marchio tessile altamente riconoscibile e differenziato dagli altri per l’impegno nella tutela dell’ambiente e la trasparenza dell’intera catena di produzione.

Scopri di più sul nostro impegno per la sostenibilità

cover MFI

Le visite aziendali e il confronto con professionisti del settore che a vario titolo si occupano di sostenibilità (product manager, retail manager, PR & Communication manager, CSR…), in particolare, hanno rappresentato una parte rilevante del corso, fornendo un approccio concreto all’integrazione delle pratiche sostenibili all’interno dell’intera filiera moda-lusso.

20624663_10158954983270012_1281410775_n

20643970_10158954982835012_1926881938_n

20643723_10158954983415012_476402568_n

20707739_10213960945962320_1952256832_n

20631714_10158954983505012_1500790164_n

Dalla produzione di fibre sostenibili con Radici Group, alle filiere tessili innovative di Eurojersey e Candiani Denim – che aderendo alla Better Cotton Initiative si è impegnato a produrre denim utilizzando cotone proveniente da coltivazioni sostenibili e meno pericolose per la salute degli agricoltori; dalla certificazione B-Corp – ossia le aziende che si sono impegnate volontariamente a rispettare i più alti standard di scopo, responsabilità e trasparenza, andando oltre l’obiettivo del profitto per massimizzare il loro impatto positivo verso le comunità in cui operano e l’ambiente – all’importanza della diffusione e promozione dei nuovi materiali con C.L.A.S.S. – l’eco hub fondato da Giusy Bettoni che mette in contatto gli i fashion designer con i produttori di tessuti più innovativi, pratici e responsabili – al progetto visionario di Città dell’Arte – Fondazione Pistoletto, che con l’inedito binomio responsabilità sociale d’impresa/creatività si impegna ogni giorno per promuovere, sensibilizzare ed ispirare consumatori e imprese sui temi della sostenibilità attraverso l’arte; per approdare infine, a GUCCI – fashion luxury brand del gruppo Kering – che attraverso un’attenta strategia di brand improntata all’unione dei valori dell’alta qualità e artigianalità Made in Italy con l’impegno per la tutela ambientale, ha affermato con audacia un nuovo modello di lusso sostenibile.

20646068_10213960938162125_694110882_n

20645841_10213961047724864_826883090_n

Un viaggio a 360° insomma nel mondo della sostenibilità nel settore moda-lusso, suggellato da importanti momenti di networking, come l’evento organizzato nel flagship store di Patagonia in Corso Garibaldi a Milano.

20447379_10158916193080012_1047581557_o

20464947_10158916192525012_452642681_o

Nata dalla forte vocazione ecologica del suo fondatore, Yvon Chouinard, l’azienda americana promuove un marchio di abbigliamento eco-friendly animato da un profondo senso di responsabilità, una grande attenzione verso l’approvvigionamento e l’uso dei materiali e dalla volontà di promuovere e sensibilizzare un consumo critico e responsabile e la cura dei capi acquistati – con la campagna WORN WEAR®: BETTER THAN NEW.

20632320_10158954987235012_978348308_n

Un percorso di apprendimento stimolante e pregno di contenuti, che culminerà nella partecipazione all’evento Vogue Talents “Who is on Next 2017”, il progetto di fashion scouting dedicato ai giovani talenti della moda, ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia con il sostegno dell’ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) che annuncerà il vincitore della competizione durante la settimana della moda di Milano nel mese di settembre 2017.

20465003_10158916580375012_1450631010_o

Mettiamo in valigia quanto appreso e ci prepariamo per un’estate ricca di nuove sfide da affrontare e un più ampio orizzonte cui guardare per lo sviluppo della nostra idea di business! Seguiteci :)

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(http://www.orangefiber.it/wp-content/uploads/2017/04/4.png);background-size: cover;background-position: center center;background-attachment: scroll;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 620px;}