Sustainable Thinking Abiti da agrumi al Museo Ferragamo

Cover_Sustainable_Thinking

Sustainable Thinking – Abiti dagli agrumi in mostra al Museo Salvatore Ferragamo 

Museo Salvatore Ferragamo, Firenze / 12 aprile 2019 – 8 marzo 2020

È possibile ammirare alcuni pezzi iconici della Ferragamo Orange Fiber Collection alla mostra Sustainable Thinking presso il Museo Salvatore Ferragamo a Palazzo Spini Feroni di Firenze.

mostra

Sustainable Thinking è un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del fondatore della celebre e storica maison di moda fiorentina Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, e le più recenti sperimentazioni in ambito green.

Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, Direttrice del Museo Salvatore Ferragamo e della Fondazione Ferragamo, con il contributo di Giusy Bettoni (Class Eco Hub), Arabella S. Natalini (storica dell’arte, docente e curatrice), Sara Sozzani Maino (Vicedirettore di Vogue Italia e responsabile di Vogue Talents) e Marina Spadafora (stilista e coordinatrice di Fashion Revolution Italia), intende fornire un contributo artistico-culturale su un tema fondamentale per il futuro: la sostenibilità, intesa come “uno sviluppo che soddisfi i bisogni del presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di sopperire alle proprie necessità” (Rapporto Brundtland, 1987).

Sustainable Thinking è una narrazione che – attraverso il linguaggio della moda e dell’arte – mira a sottolineare l’importanza e l’urgenza di un radicale cambiamento nei modelli di produzione e consumo dei prodotti moda, una rivoluzione del pensiero e dell’azione, con al centro una maggiore attenzione all’ambiente e alle preziose risorse del nostro Pianeta.

home_1_mobile

Nella sezione “Innovazione” è esposto il twin set della Ferragamo Orange Fiber Collection, la prima collezione moda realizzata con i nostri esclusivi tessuti da agrumi dalla celebre e storica maison fiorentina Salvatore Ferragamo che, coerente al proprio motto Responsible Passion, per primo ha sposato i valori etici alla base del nostro progetto dando forma al tessuto e mostrandone le potenzialità. 

Lanciata il 22 aprile 2017, in occasione della Giornata della Terra, questa collezione coniuga moda, design e sostenibilità unendo l’impronta stilistica della maison Ferragamo all’attenzione all’ambiente e ad un ciclo produttivo virtuoso che sono l’essenza della nostra azienda. 

Presentando per la prima volta la nuova fibra, Salvatore Ferragamo ha voluto dare ancora più esclusività al prodotto finale e ha chiesto all’architetto e designer siciliano Mario Trimarchi (Compasso d’Oro 2016) di tradurre il suo immaginario, di forte matrice mediterranea, in stampe tessili. 

Il risultato è una grafica quasi metafisica, che si ispira alla natura e ai frutti del Mediterraneo e li combina con motivi astratti di fiori e di nuvole fluttuanti. Le stampe d’autore e gli esclusivi tessuti insieme danno vita a capi di abbigliamento dai tagli e dalle linee essenziali, con lo stile di un delicato daily wear che sposa naturalezza e comfort. 

twinset

Nella sezione “Innovazioni”, insieme alla nostra Orange Fiber, una selezione di tessuti, abiti e accessori che introducono una nuova generazione di materiali e tecnologie all’avanguardia, risultati di una visione che integra innovazione, responsabilità, natura e creatività. 

Un percorso espositivo che pone le basi per un cambiamento, una grande evoluzione, sia dell’industria che del mercato, in grado di superare gli standard e le convenzioni, partendo dal presupposto di creare qualcosa di completamente nuovo. Non ci sono né limiti né iter predefiniti, la chiave per il rinnovamento risiede nella sperimentazione, non solo come frutto della commistione di settori un tempo nettamente divisi, ma anche come perfezionamento dei processi produttivi.

Sustainable Thinking si inserisce fra le molteplici attività che pongono la Maison Ferragamo all’avanguardia tra i brand del lusso che hanno abbracciato la via della trasparenza e dell’etica.

stella_jean

Il progetto non intende tanto presentare una ricognizione esaustiva delle “pratiche sostenibili”, quanto proporre alcune delle esperienze artistiche contemporanee più significative in questo senso, affiancate – in dialogo e risonanza – alle principali ricerche in atto nell’ambito del fashion design sostenibile e della ricerca dei materiali.

Nel percorso espositivo sono presentati materiali, opere e abiti recenti e/o appositamente realizzati per l’occasione, progetti rivolti a esemplificare e articolare le molteplici e indispensabili forme di “un’etica e di un’estetica della sostenibilità” in un format aperto a diverse tipologie di pubblico, cui viene offerta la possibilità non solo di conoscere ma di interagire con i temi trattati.

La mostra ospita opere di artisti e fashion designer internazionali che presentano la propria chiave di lettura sul recupero di un rapporto più meditato con la natura e la sua profonda relazione con la tecnica, l’impiego di materie organiche e il riuso creativo, fino a sottolineare l’importanza di un impegno collettivo, di un modo di pensare consapevole e condiviso.

Al centro la sostanza materica, protagonista e filo conduttore dell’intera rappresentazione che ha inizio dalla ricerca sui materiali condotta dal fondatore Salvatore Ferragamo, a partire dagli anni venti del Novecento.

rainbow_ferragamo

Nella sezione “Salvatore Ferragamo e i materiali” viene proposto un viaggio tra canapa, cellofan e pelle di pesce, per poi esplorare le storie di materiali di pregio che, giunti al termine della loro vita, vengono trasformati in prodotti di qualità, a rappresentazione concreta del concetto di economia circolare. 

In questa sezione spicca la famosa wedge – l’iconica zeppa realizzata con la corteccia dell’albero di sughero – e il sandalo Rainbow Future – un modello creato nel 2018 nella collezione Ferragamo’s Creations sui principi della sostenibilità e ispirato al leggendario sandalo Rainbow, una delle invenzioni simbolo di Salvatore Ferragamo, realizzato nel 1938 per l’attrice Judy Garland. 

Curiosità, creatività, ricerca, sperimentazione, qualità e attenzione alla Natura e alle sue preziose risorse.

Questo è l’insegnamento che Salvatore Ferragamo ha lasciato con il suo operato e che la mostra racconta attraverso le sue creazioni e le opere di tantissimi fashion designer ed artisti talentuosi. 

Una rappresentazione che vuole essere oggi un invito a prendersi cura del nostro futuro a cominciare dal presente.

La mostra Sustainable Thinking si trova all’interno del Museo Salvatore Ferragamo (Palazzo Spini Feroni, Firenze) e resterà aperta fino a domenica 8 marzo 2020.

In concomitanza alla mostra sono previsti progetti collaterali, seminari e workshop.

Scopri di più sul sito ufficiale del Museo Salvatore Ferragamo 

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(http://www.orangefiber.it/wp-content/uploads/2017/04/4.png);background-size: cover;background-position: center center;background-attachment: scroll;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 620px;}